Rete Natura 2000

La Rete Natura 2000 è costituita da un insieme di siti a livello europeo allo scopo di mantenere all’interno di essi un adeguato livello di biodiversità. Tale rete ecologica è formata dai Siti di Interesse Comunitario (SIC) previsti dalla Direttiva Habitat (92/43/CEE) per la conservazione degli habitat naturali e delle specie vegetali ed animali (esclusi gli uccelli) e dalle Zone di Protezione Speciale (ZPS) ai sensi della Direttiva Uccelli (79/409/CEE), comprendenti tutti i territori importanti per la protezione dell’avifauna. Per quanto riguarda i SIC, ogni Stato membro dell’Unione Europea ha proposto alla Commissione Europea una lista di possibili siti (pSIC). Una volta approvati da quest’ultima tali siti verranno identificati come SIC. La valutazione avviene separatamente per singola regione biogeografica (alpina, continentale, ecc.) per garantire una adeguata rappresentatività di tutti gli habitat presenti in Europa. Gli Stati Membri dell’UE hanno poi l'obbligo di designare i SIC come Zone Speciali di Conservazione (ZSC).
Il 16 novembre 2012 è stato adottato dalla Commissione l'ultimo aggiornamento delle liste dei SIC per nove regioni biogeografiche, fra cui le tre regioni (alpina, continentale, mediterranea) che interessano l'Italia.

Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con Decreto 31 gennaio 2013 (G.U. n. 44 del 21 marzo 2013) ha pubblicato la lista dei SIC italiani per ogni regione biogeografica.

Per quanto concerne le ZPS la loro designazione viene effettuata direttamente dagli Stati membri e comunicata alla Commissione Europea.

Un esempio di SIC/ZPS è la Garzaia della Carola.